Sulle Onde di Catrame

 
Sulle onde di catrame ondeggia non curante la tiepida folla quando la necessità divora la massa senza più volume volevi giustizia ed eccoti servito dal nuovo sistema il tuo orticello da coltivare nello spazio finito ripetimi ancora questi principi così forti e sicuri parla di gloria e di libertà nascoste nel sangue nel sangue versato nel mondo bruciato nell'uomo annullato scandiscimi ancora le giuste parole per avere consenso nel tuo cortile all'ombra del muro che ti protegge nel triste risveglio della coscienza in un grande museo